Archive

Archive for category: Dal web

Ben Ali è morto, lunga vita a Ben Ali

Un articolo di Giorgioguido Messina pubblicato su Canale di Sicilia

Dopo aver occupato la piazza della Casbah in due occasioni a febbraio, Tunisi si preparava ieri ad una terza occupazione prolungata della piazza del Governo organizzata principalmente da En-Nahdha, il partito islamico moderato, storico oppositore del regime, ma alla quale avrebbero partecipato cittadini normali, non necessariamente aderenti al partito di Ghannouchi.
Read more →

I ragazzi di Menzel Bouzaiane

FABIO MERONE. Tunisi, 17 agosto 2011, Nena News –
Il Ramadan era iniziato nel segno del nervosismo e della paura della penuria. Chi é capace di leggere il volto del paese, di sentire gli umori delle famiglie, le preoccupazioni del popolo, aveva capito che uno strano nervosismo si stava diffondendo tra la gente.

Read more →

23 ottobre 2011: la Tunisia al voto

Un articolo di Alessandro Bresolin pubblicato su carmillaonline

Dalla democrazia negata alla dittatura

La storia recente della Tunisia non ha le caratteristiche traumatiche dei paesi vicini, forse per questo nessuno poteva prevedere che la primavera araba sarebbe partita da questo piccolo paese mediterraneo, da sempre ponte naturale tra Africa ed Europa. Protettorato francese dal 1881 al 1956, la Tunisia non fu una colonia di popolamento e sfruttamento massiccio come l’Algeria, e questo spiega la decolonizzazione relativamente poco traumatica, con un’indipendenza raggiunta certo dopo periodi di tensione ed episodi violenti, ma senza i massacri e le devastazioni a cui si è assistito in altri paesi.

Read more →

“Sharing the spring” di Donatella Della Ratta (regional manager of Creative Commons)

Un articolo di Donatella Della Ratta pubblicato su paralleli.org

Arrivo a Tunisi il 28 giugno scorso, quando è già estate piena. Mi accorgo che qualcosa è cambiato dal momento in cui salgo sul taxi all`aeroporto. E` la prima volta che riesco, da questa parte di mondo arabo, a sconfiggere il francese.

Read more →

“I figli del gelsomini” di Marco Todarello – Lettera43.it

Difficile, lento, incerto. Così appare il cammino della Tunisia sei mesi dopo l’uscita di scena di Ben Alì e sette dopo la morte di Mohamed Bouazizi, l’ambulante che si è dato alla fiamme davanti al palazzo governativo di Tunisi sancendo così il primo atto della rivoluzione dei gelsomini.

Read more →

“Ora in Tunisia i musulmani dicono di volere il califfato” di Antonio M. Morone – linkiesta.it

Un califfato per la nuova Tunisia. È questo «l’obiettivo ultimo» al quale ha detto di aspirare il capo di Ennahdha, il partito islamico tunisino, durante un’intervista rilasciata al Cairo. Read more →

“Legami pericolosi Islam-politica” di Khaled Fouad Allam-Sole 24 Ore

Sono appena tornato da un viaggio nei Paesi arabi, e posso affermare che in quelle capitali regna oggi un’atmosfera inquietante; sembra che le rivoluzioni stiano arenandosi. Read more →

Tunisi chiede ancora la caduta del regime

Articolo di IRENE PANIGHETTI inizialemente publicato su Nena News il 12 agosto 2011

“Il popolo vuole una nuova rivoluzione”: con questo slogan alcune centinaia di persone hanno manifestato oggi a Tunisi, a riprova che il malcontento politico e sociale è forte nel paese.
Read more →

La rivolta che non smobilita

Articolo di MAURIZIO MUSOLINO inizialemente publicato su Nena News il 06 luglio 2011.

Una settimana in giro per la Tunisia è una occasione unica per cercare di capire cosa sta accadendo da alcuni mesi a questa parte nelle società arabe. La Tunisia infatti non è solo il luogo geografico dove tutto ha avuto origine – qui nella seconda metà del mese di dicembre prese inizio la protesta contro il rais di turno – ma anche il Paese dove la partita è ancora interamente aperta e dove oggi si confrontano visioni spesso contrapposte di società. Qui si deciderà se le proteste che hanno riempito le piazze arabe nel mese di gennaio potranno avere una prospettiva rivoluzionaria o se alla fine si ridurranno ad un cambio di nomenclature che nulla modificherà sull’assetto socioeconomico del sistema Paese. Read more →